martedì 5 aprile 2016

BOOK TALK #9 - Girl Online - “Cercate di imparare dall’umiliazione”

Cari Book lover,
oggi vorrei parlarvi del primo libro scritto dalla youtuber britannica Zoella dal titolo Girl Online.
Sarebbe meglio che le star del web si limitassero al loro campo o fanno bene a entrare nel mondo dell'editoria? Bha... vediamo! 



Titolo: Girl Online
Autore: Zoe Sugg
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 10.02.15
Narrazione: Pov femminile
Prezzo: 14.90
Pagine: 343
VOTO: 2/5







Con lo pseudonimo Girl Online ogni giorno scrive un blog. Nascosta dietro al suo nickname, Penny condivide i suoi pensieri e le sue emozioni più vere sull'amicizia, l'amore, la scuola, la sua famiglia un po' assurda e quei terribili attacchi di panico che condizionano drammaticamente la sua vita. Proprio quando le cose stanno davvero prendendo una brutta piega i genitori le organizzano un viaggio a New York. Qui incontra Noah, bello, anzi bellissimo, e per di più chitarrista eccezionale. Penny si innamora per la prima volta e racconta ogni minuto di questo sogno sul suo blog. Ma anche Noah ha un segreto: talmente grosso che rischia di far saltare la copertura di Penny e rovinare per sempre l'amicizia con il suo migliore amico.


Oh mamma mia! Che storia già letta e stra letta! Mi sono lasciata influenzare dal nome di Zoella, perchè la seguo su youtube, mi piacciono i suoi video!

Come scrittrice? Oddio...se vuole davvero intraprendere questa strada, secondo me, ha ancora molto da imparare! 

E' la classica storia di una ragazza che fa un viaggio oltre oceano e conosce un ragazzo che si rivelerà un personaggio famoso, ma ovviamente lei non ne ha mai sentito parlare.
Non so... ho già visto un sacco di film che raccontavano una storia simile, per esempio 
Notting Hill. Si, ok, la trama è leggermente diversa, ma il succo è quello!
Forse è stata colpa mia, mi sono lasciata influenzare troppo dal nome della mia youtuber preferita e ho innalzato le mie aspettative alle stelle!
No Zoe, non ci siamo proprio! Ho trovato questa trama a tratti lenta e stenta a decollare!
La protagonista di questa vicenda è Penny, una ragazza inglese molto (TROPPO) impacciata sia caratterialmente che nei movimenti, molto spesso si ritrovava per terra perchè inciampava in un sassolino! Davvero troppo! 
Poi abbiamo Elliot, il suo super amico omossessuale che vive nella casa accanto, un tipo molto eccentrico ed egocentrico!
La madre di Penny è una wedding planner e verrà assunta da una coppia americana per organizzare il loro matrimonio al Woldorf Astoria di New York. Così tutta la famiglia, compreso Elliot, sorvola l'oceano e si ritrova a festeggiare il Natale nella grande mela. 
Penny, sentendo provenire della musica da una sala dell'hotel, viene attratta dalla melodia e così conosce Noah, un ragazzo all'apparenza normale, ma che nasconde un segreto.
E' una storia adatta all'età adolescenziale e, anche se io mi reputo un'eterna Peter Pan, sono troppo grande, ormai, per questo tipo di scrittura. Mi sembrava di leggere un libro di Federico Moccia, adatto solo ad una determinata fascia di età. Non ho nulla contro Moccia, ho letto vari libri suoi circa 10 anni fa, quando la mia età e la mia testa mi facevano apprezzare questo stile linguistico.
Ho dato solo 2 punti su 5 nella votazione, perchè personalmente non mi ha trasmesso quelle emozioni e quelle sensazioni che si insinuano dentro di me leggendo un New Adult. 
MA...c'è un ma! Ritengo che per le teenagers di oggi sia un libro abbastanza valido e potrebbe piacere.

E voi? Avete letto questo libro? Ditemi cosa ne pensate con un commento! :) 

All the love,

-iaia-






6 commenti:

  1. Non credo di conoscerla ... è grave? Da quello che dici però non ha entusiasmato tanto nemmeno te.
    Ne approfitto per dirti che ti ho nominata qui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao susi! Scusa se rispondo solo adesso!! Ma dove mi hai nominata? Non vedo il link xD <3

      Elimina
  2. Ciao iaia, come sai, a me non è dispiaciuto come libro. L'ho trovato in qualche modo più "fine" di tanti altri libri del genere. Anche io sono stata attirata dal nome, seguo Zoella su YT e quindi non potevo non leggere il suolibro, ahimè, però, si è rivelata una delusione quando ho scoperto che si trattava di una mera strategia di marketing finalizzata al guadagno visto che non l'ha scritto nemmeno lei. È un vero peccato che non abbia sfruttato un'occasione del genere per vedere pubblicato qualcosa scritto di suo pugno.. ha sempre il pane chi non ha i denti, purtroppo!
    A presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaaah quanto hai ragione! Sono pienamente d'accordo con te!
      Ero convinta che l'avesse scritto lei fino a quando non sono venuta nel tuo blog! Che delusione!!

      Elimina
  3. Ciao!
    Sinceramente sono sempre stata abbastanza scettica per quanto riguarda questo libro nonostante segua molto volentieri Zoella su youtube e altri social network...
    L'idea base della trama è carina, ma il rischio di svilupparla banalmente era troppo prevedibile. Magari in futuro deciderò di leggerlo e dargli una chance, ma per ora passo ;)

    RispondiElimina